2° PREMIO LETTERARIO DI DRAMMATURGIA

“DUONNU PANTU”

EDIZIONE 2017

 

1° CLASSIFICATA

 

MINIME COSE SUPREME

di

BORSONI PAOLO

 

L'opera è modellata sulla tragedia greca, con uno sguardo attento ai dialoghi platonici, ma il risultato è un'opera di sapore contemporaneo. I luoghi sono quelli di sempre, ieri, oggi o domani. Il soggetto può sembrare ambizioso, si affrontano temi filosofici quali la vita e la morte (nel caso specifico quella di Socrate), ma l'autore è capace di affrontarli in modo mai scontato. Il linguaggio è accorto, odierno, i duetti tra l’"Uomo" e la "Donna" si oppongono alle regole del “difficile” e fronteggiano argomenti importanti come se fosse del tutto “quotidiano”. Un plauso dunque all’autore, il quale ha scritto un testo teatrale che meriterebbe d’esser messo in scena da professionisti.

 

Aprigliano-Cosenza

15 ottobre 2017

 

 

next